testata grande

Attività Alunni

 Orario Stik

Orario scolastico IPSIA  in vigore dal  30/11/2020

vedi file allegato

Allegati:
Scarica questo file (Orario  IPSIA dal 30-11-2020.pdf)Orario IPSIA dal 30-11-2020.pdf[ ]233 kB

g2.jpegIn questi difficili giorni I bambini sono stati impegnati in modo creativo, dando loro modo di poter esprimere la fantasia attraverso dei disegni da colorare e ritagliare.

Un giorno, da una galassia non molto lontana, un re brutto e cattivo di nome Covid19 decise di partire dal suo pianeta Coronavirus perché voleva conquistare la terra.

Questa storia ci ha aiutato a spiegare il Coronavirus ai più piccoli, dandogli un'immagine un po bizzarra.

a cura di

Giulia Borrescio
Rossella Palma Visciglia

GUARDA LE ATTIVITÀ

 

 

DisegniI bambini della scuola dell’Infanzia di Eianina, attraverso la didattica a Distanza (DaD), hanno conseguito elaborati di cui alcuni sono qui esposti. La progettazione scolastica li ha impegnati in attività riguardanti il periodo in corso: Le stagioni, Festa del Papà e Pasqua.

Le Insegnanti

LAURINA PAPPADÀ

ROSSIGNUOLO CARMELA

 

VAI NELLA GALLERIA

 

 dante_000.jpeg

Oggi 25 marzo 2020 è la giornata dedicata a Dante Alighieri. I ragazzi e ragazze della Terza MAT IPSIA, hanno avviato un progetto su Dante. I disegni sono molto belli, è un modo questo per celebrare questo evento come scuola, anche in questo momento così difficile

 

Alunni autori dei disegni:

Lidia Palermo, Mateo Hekuri e Farouk Youssef

 

 

VEDI GALLERIA

 

 

 

 

 

Anche i nostri alunni della scuola secondaria di primo grado di Firmo, di Frascineto, di Lungro, coordinati in modalità digitale, dalla docente di Arte e Immagine Silvia Moschiano, hanno aderito all’iniziativa “Andra’ tutto bene”. Arriva dai social l’invito ad esporre alle proprie finestre, balconi, giardini, sabato 14 marzo, dei teli e cartelloni con colorati arcobaleni, cuori e la scritta “Andrà tutto bene”. Un messaggio positivo di speranza in un momento in cui tutti, nessuno escluso, si sente allarmato e confuso dalla pandemia del Covid19. Attraverso questa attività creativa e di fiducia, proprio oggi che è più che necessario mantenere le distanze, i nostri ragazzi, con coraggio, ci insegnano che ci si può sentire vicini anche stando fisicamente distanti.

Prof.ssa Silvia Moschiano

 

Vai a Galleria

 

 

 

AVVISO

 

 

 

Prot.6351_/U                                                                 Lungro li 26/10/2019

Albo sito Web

 

OPERAZIONI DI SPOGLIO –SCRUTINIO ELEZIONI RAPPRESENTANTI DEGLI STUDENTI 

NELLA CONSULTA PROVINCIALE

 

Il Dirigente scolastico comunica i risultati delle Elezioni della Consulta Provinciale del 24/10/2019 per gli aa.ss. 2019/20 - 20/21:

1) Capparelli Salvatore  voti di preferenza   n. 71;

2) Donato Martina         voti di preferenza n. 37;

3) D’Aquila Vittoria          voti di preferenza n. 05;

4) Mattanò Francesca       voti di preferenza n. 01;

 

Pertanto, RISULTANO ELETTI alla Consulta Provinciale di Cosenza gli alunni:

1) Capparelli Salvatore.      

2) Donato Martina.        

                                                                                   Il DIRIGENTE SCOLASTICO

Ing. Gianfranco Maletta

(Firma autografa sostituisce a mezzo stampa

ai sensi dell’art. 3,comma 2 D. Lg s. 39/93)

 

 

img-20190201-wa...
img-20190201-wa0012
img-20190201-wa...
img-20190201-wa0013
img-20190201-wa...
img-20190201-wa0014
img-20190201-wa...
img-20190201-wa0015
img-20190201-wa...
img-20190201-wa0018
img-20190201-wa...
img-20190201-wa0020
img-20190204-wa...
img-20190204-wa0013
img_20190201_18...
img_20190201_184519imgfoto open day

 

Visita delle Scuole del Polo Arbëresh al Campo d'Internamento di Ferramonti di Tarsia(CS)

 Sabato 2 Febbraio 2019

Nell'ambito del programma annuale Nazionale di sensibilizzazione delle nuove generazioni agli eventi storici relativi alla Shoah (Legge 20 luglio 2000, n. 211), piú di 100 alunni, della Scuola Primaria e secondaria di Primo grado di Firmo, Lungro, Acquaformosa, Civita, Frascineto e San Basile,(Polo Arbëresh di Lungro), hanno partecipato ad una rappresentazione teatrale tenutasi all'interno del Campo d'Internamento di Ferramonti di Tarsia. La mattinata prevedeva la partecipazione ad una rappresentazione teatrale dal titolo « La Partita di Scacchi » e la visita al museo.

index2.jpg

     index3.jpg

Lo spettacolo teatrale, a cura dell'Associazione Maschere e Volto, è liberamente tratto dalle Memorie e Testimonianze di Paolo Salvatore (direttore del campo), pubblicate in ¨ Voci da un campo di Concentramento fascista 1940-1945” di Mario Rende,( Milano, Mursia,2009) e da “Con la gente di Ferramonti: mille giorni di una giovane ebrea in un campo di concentramento” di Nina Weksler. (Editoriale progetto 2000 Cosenza).

La regia è di Imma Guarasci che utilizza  foto e video d’epoca, gentilmente concesse dalla Fondazione Museo Internazionale della Memoria Ferramonti di Tarsia, dal Comune di Tarsia, dall’associazione Ferramonti, per ricostruire le storie degli internati.                                                                                                               La regista Imma Guarasci è anche attrice insieme a Teresa Zaccaro, Chiara Marchianó, Vicky Macrí, Carmelo Giordano e Lello Pagliaro.                 

Attraverso un caleidoscopio di luci, suoni e voci, gli attori provano a rievocare gli ambienti e le atmosfere nelle quali vissero i prigionieri del campo. Questo processo di sofferta immedesimazione si realizza, durante lo spettacolo della durata di un'ora circa, con la presenza degli attori sulla scena che interagendo con le foto e i video dell'epoca, lasciano riaffiorare  lo spirito e le sensazioni delle persone che hanno vissuto in questo luogo.   

La Partita di scacchi, per citare la famosa metafora filmica de “Il settimo sigillo” film di Ingmar Bergman, è la partita che si vince o si perde contro la morte. I personaggi si muovono su un’enorme scacchiera come pedine nelle mani dei potenti, in una tensione emotiva altissima perché da un momento all'altro potrebbe essere giunto il momento del congedo dalla vita che si ama immensamente nonostante l'immane sofferenza quotidiana propria e di chi ti sta accanto. Questa rappresentazione ha insegnato agli studenti che anche di fronte ad una tragedia di proporzioni enormi come quella dell'olocausto, non bisogna mai smettere di sperare in un proprio riscatto e di non rassegnarsi al male radicale, nella consapevolezza che il bene prende alla fine il sopravvento se i testimoni di simili misfatti continuano a raccontare per non dimenticare e per fare in modo che non succeda mai piú.

La presenza di un numero così considerevole di alunni del POLO  presso uno dei luoghi simbolo in Calabria della persecuzione degli ebrei in Europa, è stata possibile grazie  alla disponibilità di tutti i docenti coinvolti, alla collaborazione dei genitori e alla grande sensibilità della Dirigente Scolastica prof.ssa Rosa Maria Paola Ferraro che sostiene ogni attività scolastica mirante a formare cittadini capaci di costruire una convivenza civile pacifica, libera e democratica.

Recensione del film di Louis Malle - Arrivederci ragazzi -

In occasione  della Giornata della Memoria, lunedì 28 gennaio 2019, grazie alla sensibilitá della Dirigente scolastica prof.ssa Rosa Maria Paola Ferraro e alla disponibilitá di tutti i docenti presenti, la prof.ssa di lingua e letteratura Inglese, Marienza Manna ha proposto come secondo film del progetto Cineforum, per tutte le classi del Liceo e dell'Ipsia : 'Arrivederci Ragazzi', del regista francese Louis Malle.                                                      

 Il film ha ricevuto numerosi premi, tra cui il Leone d'Oro alla 44ɑ Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, nel 1987, il David di Donatello come miglior film Straniero, Miglior regista Straniero e migliore sceneggiatura, il Nastro d'Argento e la candidatura a due premi Oscar nel 1988.La storia del film ambientata nella Francia occupata del 1944,richiama una vicenda autobiografica dell'adolescenza del regista che ci racconta con toni delicati e senza retorica, il suo passaggio dall'infanzia all'etá adulta segnata da un bellissimo legame di amicizia con un ragazzo ebreo  conosciuto nel Collegio dei Carmelitani Scalzi di Fontainebleau, dove era nascosto sotto falso nome.  La  terribile gestapo sniderá dal collegio tutti gli ebrei nascosti, compreso il suo amico che non rivedrá piú perché morirá  nel campo di sterminio di Auschwitz dove era stato deportato. Gli studenti hanno seguito con partecipazione e commozione il film, che denuncia in maniera implacabile la ferocia nazista in Europa che si accaní mostruosamente soprattutto con i piú deboli e i piú innocenti: i bambini. In tutti vi é la consapevolezza di non dover dimenticare e di farsi testimoni di simili atrocitá affinché nel presente e nel futuro non abbiano a ripetersi. Inoltre, gli studenti del liceo e dell'Ipsia, su iniziativa delle prof.sse A.Berardi e F. Lanzilotta ,il 23 gennaio 2019, hanno assistito ad una rappresentazione teatrale, sempre sul tema della persecuzione degli ebrei, dal titolo: « La valigia dei destini incrociati» al teatro Morelli di Cosenza. Anche in quest'occasione, gli studenti, attraverso la voce di quattro attori della compagnia B.Brecth di Formia, hanno avuto modo di percepire il clima di odio razziale antiebraico presente in Italia tra il 1938 e il 1945.

Ancora, le classi terza, quarta e quinta del liceo, in novembre, sotto la guida delle docenti di storia e filosofia, hanno partecipato ad un concorso nazionale dal titolo ' I giovani ricordano la Shoah' con la produzione di un cartone animato dal titolo 'Il regno dei sogni perduti' che ha superato la selezione regionale e partecipa a quella nazionale.                                                                            

Le diverse esperienze vissute dai ragazzi stanno a testimoniare che l'attenzione per tali  problematiche non é sporadica e formale ma strutturata e formativa. Infatti si intende approfondire tale tematica  con letture e ricerche, specialmente con gli studenti delle quinte classi di entrambi gli istituti di secondo grado, fino a conclusione dell'anno scolastico in corso.

Lungro 28/01/2019                                                                  Filomena Lanzilotta